venerdì 5 luglio 2013

CasaPound Italia: 'Liberté', domani raccolta fondi in tutta Italia per i camerati francesi arrestati

Roma, 5 luglio - Si chiama 'Liberté' l'iniziativa di solidarietà lanciata da CasaPound Italia in favore dei camerati francesi arrestati nel corso delle manifestazioni dei giorni scorsi a Parigi. Domani, sabato 6 luglio, serate di raccolta fondi per le spese legali dei ragazzi in carcere sono state organizzate nelle sezioni, nelle librerie e nei pub gestiti da Cpi in tutta Italia. Per informazioni casapounditalia@gmail.com.


3 commenti:

  1. Aderisco...
    Onore ai camerati francesi....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. merci a tous nos camarades de la casapound ;longe vie et vive la revolution

      Elimina
  2. Gli elettori della sinistra mondiale sono succubei anche coscientemente dei poteri forti internazionali che fanno capo a Paesi produttori di petrolio,cina comunista,massoneria comunista,Mafie criminali mondiali nonche' a onlus sfruttatrici dei popoli arretrati.
    Una SPECTRE col compito esclusivo di controllare il pianeta Terra con mezzi principalmente violenti e chi cerca di opporsi a questo DISEGNO CRIMINOSO e SCHIAVISTA viene isolato e minacciato ed obbligato a subire prepotenze di ogni genere.
    Nel dare conforto anche morale ai camerati francesi in questa loro battaglia x la legalita' anticomunista in suolo Transalpino,bisogna capire e convincersi che gli eredi dello stalinismo e maoismo mondiali si sono alleati segretamente dopo la caduta del muro di Berlino e la disfatta dell'URSS e l'edulcoramento del maoismo in Cina.
    Alleanza in cui hanno 'Imbarcato' chiunque fosse
    disposto a collaborare fattivamente alla 'riparazione' dei danni patiti dal comunismo mondiale in questo ultimi 25 anni nella storia internazionale.
    In Italia,dal 1989 in poi ,assistiamo alla riorganizzazione dei poteri forti ed occulti e criminali di matrice stalinista.
    Poteri che hanno trovato una "SPONDA" di aiuto micidiale nella magistratura "militante" di sinistra che se ne frega di rispettare le leggi statali e giudica ed indaga "IN NOME DEL POPOLO COMUNISTA" e con mezzi leciti nessuno al momento e' in grado di arginare lo strapotere di questo ORDINE che si considera al di sopra del Parlamento e di qualunque Governo che non sia filocomunista.
    Gli Italiani loro elettori non accettano di considerare i partiti di sinistra come delle associazioni a delinquere di stampo mafioso ed in nome di un'astratto principio di convivenza pacifica mettono la testa sotto terra in attesa che venga il loro turno nell'avere favoritismi clientelari in cambio del voto.
    Altro che voto di scambio,e' un GOLPE indolore e strisciante e apparentemente non violento che permette a questi farabutti di parassitare una intera Nazione.
    In Francia e ' la stessa cosa e nemmeno Sarkozy ha potuto o voluto arginare l'avanzata dei comunisti alleatisi cogli islamici e che nells tornata elettorale successiva hanno premiato Hollande appoggiato da extracomunitari naturalizzati a milioni-musulmani-rom-cinesi-mafia-affaristi senza scrupoli.

    RispondiElimina