domenica 2 giugno 2013

Presidio di CasaPound a Pistoia contro lo Ius Soli

Pistoia, 1 Giugno - Si è svolto questa mattina in Piazza San Francesco l'annunciato presidio di CasaPound Italia durante il quale sono stati spiegati i motivi della contrarietà alla proposta di legge per introdurre il cosiddetto ‘Ius Soli’, ovvero la cittadinanza automatica per chiunque nasca sul territorio italiano.

Hanno partecipato circa una 50ina di persone tra militanti e simpatizzanti del movimento.

"Lo Ius Soli - spiega il portavoce di CasaPound Pistoia Lorenzo Berti - lungi dal risolvere i problemi dei figli di origine extracomunitaria nati in Italia, che già con l'attuale legge possono scegliere di diventare cittadini italiani una volta maggiorenni, servirebbe solo ad attrarre in pochi anni milioni di immigrati in un paese che si trova già in forte stato di crisi economica e sociale".




3 commenti:

  1. Pochi ma buoni e intelligenti.
    Nella realta' e' la quasi totalita' degli Italiani col cervello a posto che e' contraria a cedere la propria vita alla prima cagna che venga a sgravare nel nostro territorio.
    Questa INFAME proposta dello IUS SOLI( meglio dire SOLA), e' motivata dalla voglia inconfessabile dei SINISTRONZI di arruolare elettori 'Utili Idioti' al fine di rinfoltire il gregge che diminuisce sempre piu'.
    La quasi totallta' dei negri africani clandestini sono musulmani anticristiani che sono mandati apposta per occupare suolo cattolico.
    Ma i traditori italiani quali boldrini e vendola e pisapia non ce la faranno a far occupare il suolo italiano dal nemico cosi come non ci sono riusciti napolitano e compagni comunisti-stalinisti da parte delle truppe del Patto di Varsavia...
    Camerati e amici di Casapound....approvo in pieno quello che fatr...

    RispondiElimina
  2. ottima iniziativa..
    bravi e preparati nell' argomentare.
    continuate...

    RispondiElimina
  3. Le ultime dalla giustizia SINISTRA...
    A Verona il tribunale ha assolto 30 nomadi parassiti perche' i continui furti di energia elettrica,rame ed altro sono stati ritenuti determinati da STATO DI NECESSITA'....roba da appendere al piu' alto pennone questi ECCENTRICI tutori della giustizia.
    Nei paesi islamici il furto e' punito anche con la morte oltre che col taglio della mano...
    a Roma beni di enorme valore sono stati restituiti agli zingari predoni in quanto non e' certo x il tribunale che fossero provento illecito...cosa gli vogliamo fare a questi altri degni rappresentanti della giustizia italiana?
    a Torino quello della telefonata con Consorte:"ALLORA ABBIAMO UNA BANCA?"..il fassino..ha destinato 5 milioni di euro agli zingari ladri e sporhi esseri viventi...sottraendoli alle famiglie italiane bisognose....che dire!!!???!!??
    Sono senza parole nel dover assistete a questo scempio della Povera Italia...da parte di gentaglia che ottiene il plauso degli elettori sinistronzi....
    Ho perso ogni speranza di poter legalmente arrestare questo scempio....
    Adesso tocca al vivisexionista-abortista-maneggione "gnazio marino" a Roma consegnare le chiavi della citta' ai suoi amici Rom..ai cinesi...ai musulmani..ai gay pedofili come lui..ai clandestini venditori di falsi tossici...cosi che quei fessi di romani che l'hanno eletto...dovanno chiudersi in casa...senza nemmeno poter andare in Chiesa tanto tra non molto le Chiese Cattoliche saranno chiuse per aprire solo "fetide moschee"...
    Invito le donne e i fimminielli romani ad andare a comprarsi il burqa...per non farsi trovare spiazzati...dovessero esaurirsi!!!!!!

    RispondiElimina