sabato 29 giugno 2013

Prato, CasaPound contesta Ministro Kyenge: "No allo Ius Soli"


Prato – In occasione della visita in città del Ministro per l’Integrazione Cècile Kyenge, CasaPound Italia scenderà in piazza sabato 29 Giugno per contestare la proposta di legge di cui il Ministro è principale testimonial: il cosiddetto ‘Ius Soli’, ovverosia la cittadinanza automatica per chiunque nasca sul territorio italiano.

La manifestazione si svolgerà a partire dalle ore 11:30 nei pressi del circolo arci di via del ferro, a Cafaggio, dove la Kyenge parteciperà ad un evento collegato alla carovana dello Ius Migrandi.

“Viviamo in un paese con oltre 5 milioni di disoccupati, 100mila aziende fallite in un anno, 8 suicidi al mese per motivi economici ma per il Ministro la priorità politica è rappresentata dalla cittadinanza per i figli degli immigrati” – è quanto dichiara in una nota CasaPound.

“Solo una persona completamente scollegata dalla realtà – accusa CasaPound – può pensare che in un momento nel quale in Italia non c’è lavoro per i nostri figli e lo Stato non riesce a garantire ai propri cittadini un accesso adeguato e dignitoso ai servizi sociali la soluzione sia quella di favorire l’arrivo di migliaia di nuovi poveri spinti dalla prospettiva di una cittadinanza facile”.

“CasaPound Italia – conclude la nota – si opporrà con tutti i mezzi possibili a questa inaccettabile ipotesi di riforma che, unita ad immigrazione di massa, pressione fiscale asfissiante e delocalizzazione delle imprese all’estero, non farebbe altro che innescare un turbinio di disperazione e guerra tra poveri”.