martedì 4 giugno 2013

Incontro di CPI Prato con la cittadinanza contro il degrado

Un bell’incontro e una buona presenza di pubblico per il dibattito organizzato Giovedì 30 Maggio presso la sede della Circoscrizione Centro da CasaPound Italia Prato, sul tema del degrado in via Protche e al Serraglio. Tanti i temi sui quali la cittadinanza ha avuto modo di confrontarsi, tante le domande rivolte all’assessore alla pubblica sicurezza Aldo Milone, presente all’iniziativa, che si è detto intenzionato a valutarle. Si è insistito sull’opportunità di intensificare i controlli da parte della pubblica autorità in quelle zone, e di avviare una capillare operazione di contrasto alla spaccio ed al consumo di droga. Il dibattito si è soffermato soprattutto su alcune proposte per rivitalizzare e rendere più vivibile il quartiere, dalla concessione gratuita di uno spazio da adibire a chiosco (sulla falsariga di quanto proposto per piazza Mercatale) in piazza dell’Università, fino al coinvolgimento del quartiere in iniziative di piazza, similmente a quanto profilato per via Pier Cironi. Non ultima si è valutata l’ipotesi di un rifacimento di piazza dell’Università e della terrazza del Serraglio, vero obbrobrio architettonico “criminogeno” proprio per la sua conformazione. CasaPound ha rilanciato l’idea di un’iniziativa che coinvolga la cittadinanza e gli esercenti del quartiere, da organizzare sopra la terrazza del parcheggio del Serraglio, epicentro della criminalità della zona. La data dell’iniziativa verrà concordata con i diretti interessati, e comunicata nei prossimi giorni.




6 commenti:

  1. Andare di notte in alcuni giardini e vedere solo qualcuno che porta fuori il proprio cane e poi...
    Vedi due magrebini che tra gli alberi al buio lasciano qualcosa in terra e si allontanano , arriva una chiamata e poco dopo un ragazzo , recuperano la dose che non tengono addosso , così anche se li fermano e controllano non sono penalmente perseguibili.
    Questo spaccio và avanti per ore ogni notte...
    In quanti parchi di Italia succede ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tranquilli....adesso su richiesta della minestrona congolese e musulmana...lo spaccio da parte dei clandestini sara' depenalizzato cosi che questi delinquenti lavoreranno di giorno alla luce del sole e la notte i parchi italiani saranno sicuri....

      Elimina
  2. La crisi morde, i soldi scarseggiano e bucarsi torna di moda. Le difficoltà economiche stanno infatti
    cambiando le abitudini, non solo delle famiglie e delle imprese, ma anche dei tossicodipendenti.
    I consumatori abituali di droga stanno sempre più passando dall'uso di cocaina o ecstasy a quello della più
    accessibile «ero»: per sballarsi è necessaria una dose minore e quindi molto meno costosa.
    Italiani senza lavoro e speranza ritrovate la forza e non perdete la dignità.
    Datevi da fare , studiate , fate attività fisica , combattete per la vita !
    Non alimentate i mercati di morte e sofferenza per voi e i vostri cari , non date soldi a quei Sciacalli degli
    spacciatori e alle mafie ! Teniamo puliti e sicuri i nostri quartieri.
    No alla DROGA !!!!

    RispondiElimina
  3. ...se dovete sparare cazzate, forse è meglio che non commentiate...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quali sarebbero le cazzate?

      Elimina
  4. Io invece concordo nei parchi alla notte le frequentazioni
    non sono fra le migliori.
    Penso che sia giusto denunciare ogni volta che ci siano dei sospetti di spaccio, invece che sorvolare e fare i menefreghisti.
    Bisognerebbe controllare tutti i parchi..ormai sono frequentati più da spacciatori che dai bambini.

    RispondiElimina