mercoledì 19 giugno 2013

Bergamo: CasaPound ripulisce il parco della Geradadda

Bergamo: CasaPound ripulisce il parco della Geradadda

CasaPound: “Il sonno delle istituzioni toglie spazio ai cittadini”

Bergamo, 16 giugno – Dal bicchiere di carta agli pneumatici. E, ancora, batterie di automobili, giocattoli sessuali, e, per finire, un cumulo di Eternit. I volontari di CasaPound Italia Lombardia hanno trovato rifiuti di tutti i tipi, ieri, durante la loro azione di pulizia di un'ampia zona del parco della Geradadda, in via Canonica, tra Treviglio e Castel Cerreto, un’area del Bergamasco di circa tre chilometri diventata una vera e propria discarica a cielo aperto.
“In attesa di una risposta che tarda ad arrivare da parte delle istituzioni – spiega Cpi Lombardia in una nota - vogliamo lanciare un messaggio tanto chiaro quanto semplice: la cura e la tutela degli spazi pubblici devono essere una priorità per le istituzioni e un tema di grande attenzione per i cittadini”.
“Con la nostra azione – si legge ancora – abbiamo dimostrato che, nella maggior parte dei casi, bastano solo la volontà di fare e la capacità di rimboccarsi le maniche per trovare una soluzione rapida ed efficace a qualsiasi tipo di problema e, nel caso specifico, per rendere più vivibile la nostra provincia".
“Abbiamo segnalato a Comune e istituzioni la presenza di un dannosissimo cumulo di Eternit rinvenuto ai lati della strada, augurandoci che venga al più presto rimosso e smaltito correttamente. Crediamo fortemente che sia necessario, oggi più che mai, essere esempio in prima persona. La speranza – chiarisce Cpi - è che questi gesti scuotano le sonnacchiose pratiche burocratiche e la malcelata pigrizia delle istituzioni, che troppo spesso impediscono di risolvere situazioni come questa in tempo breve, rendendo invivibili spazi di svago e socialità per i cittadini, oltre che rendendo pericolosa per gli automobilisti una strada importante nel cuore del parco".






1 commento:

  1. Bravissimi...come sempre CPI e' vicino alle esigenze della collettivita'......Che sia di esempio a chi parla molto e fa poco.....Complimenti

    RispondiElimina