domenica 12 maggio 2013

CasaPound dà l'ultimo saluto a Vitostefano Ladisa, responsabile di 'Impavidi Destini'

Aggiungi didascalia

Roma, 12 Maggio - Una grande forza e una libertà interiore ancora più grande: sono queste le due qualità che tutta la comunità di CasaPound Italia assocerà per sempre al nome e al volto di Vitostefano Ladisa, il responsabile nazionale di 'Impavidi Destini', il Gruppo diversamente abili di Cpi, scomparso improvvisamente oggi pomeriggio per un attacco cardiaco. Quarantotto anni, barese, Vitostefano era una presenza fissa in tutti gli appuntamenti di CasaPound, sia a livello pugliese che a livello nazionale. Dopo anni di militanza nel nostro movimento, egli aveva voluto portare sotto il simbolo della tartaruga frecciata il suo impegno pluriennale in favore della crescita sociale dei soggetti disabili. La stessa disabilità che egli in prima persona viveva senza vittimismi e in modo assolutamente solare e combattivo diventava per Vitostefano il terreno di una battaglia sociale, un motivo per ampliare l'azione di solidarietà di CasaPound verso questa problematica colpevolmente trascurata dalla politiche liberiste. Il ricordo di questo instancabile combattente e della sua energia sarà per Cpi lo stimolo per continuare queste battaglie con forza ancora maggiore. Attorno a lui e alla sua famiglia si stringono tutti i camerati di CasaPound Italia, a cominciare dalla comunità pugliese, dal presidente di Cpi Gianluca Iannone, dai vicepresidenti Simone Di Stefano e Andrea Antonini.
I funerali si terranno domani pomeriggio nella chiesa di piazza Giulio Cesare 13, a Bari.

2 commenti:

  1. Non ho conosciuto questo militante. Basta sapere che agiva, ripeto agiva, con CasaPound , organizzazione ostacolata dal Regime, per partecipare sentitamente agli onori camerateschi.
    Parce Domine.

    RispondiElimina
  2. Solidarietà e profondo rispetto per Vitostefano,una grandissima persona,sarà sempre con noi.Viva Casapound!

    RispondiElimina