giovedì 21 marzo 2013

Caso Marò: CasaPound Italia, c’è voluto il fallimento della trattativa AugustaWestland per far rialzare la testa all’Italia


Caso Marò: CasaPound Italia, c’è voluto il fallimento della trattativa AugustaWestland per far rialzare la testa all’Italia
Roma, 11 marzo – ‘’C’è voluto il fallimento della trattativa tra l’AgustaWestland e l’esecutivo indiano per far rialzare la testa al governo italiano sul caso marò’’. Così il leader di CasaPound Italia Gianluca Iannone commenta la decisione della Farnesina di non far rientrare in India i due fucilieri del Reggimento San Marco Massimiliano Latorre e Salvatore Girone alla scadenza del permesso che era stato loro concesso per venire a votare nel nostro Paese.

'’Non ci resta che dire meglio tardi che mai. Anche se non possiamo non sottolineare come uno Stato degno di questo nome, invece di anteporre gli interessi economici alla dignità della Nazione, avrebbe dovuto intraprendere una strada diversa fin dall’inizio di questa vergognosa vicenda, evitando di ridursi a zimbello della comunità internazionale’’, aggiunge Iannone, che conclude dando ‘’il bentornato ai due soldati italiani’’.

0 commenti:

Posta un commento