Dona il tuo 5x1000

Inserisci nella dichiarazione 0930 138 1001

Iscrizione 2016

Iscriviti a CasaPound. Da quest'anno anche direttamente online! Perché alcuni italiani non si arrendono.

Basta UE!

A queste condizioni, vogliamo uscire dall'euro e da questa Unione Europea. Europei sì, schiavi no!

domenica 22 gennaio 2017

“Scomparso Vasco Errani”, volantini ironici di CasaPound per le strade di Ascoli

“Scomparso Vasco Errani”, volantini ironici di CasaPound per le strade di Ascoli
Centinaia di volantini ironici per ritrovare Vasco Errani, commissario straordinario del terremoto, affissi in città da CasaPound.
Sopralluoghi e schede Aedes a rilento, contributi autonoma sistemazione mai erogati, casette di legno estratte a sorteggio(sic!), nessuna attrezzatura per l'inverno e l'ondata di maltempo (ampiamente prevista), abbandono e morte.
Questa è la vergognosa situazione dopo oltre 5 mesi dal sisma nel cratere del terremoto.
Provvedimenti immersi in una burocrazia infinita: ci chiediamo a cosa serva allora un "Commissario Straordinario".
Di Vasco Errani nemmeno l'ombra nel momento del bisogno.
"È solito frequentare gli amici delle Coop e gli ambienti del Partito Democratico " si legge nelle informazioni utili al ritrovamento del disperso.


sabato 14 gennaio 2017

CasaPound Italia: al via la campagna di adesione 2017, sabato 21 gennaio festa del tesseramento nelle sezioni di tutta Italia

CasaPound Italia: al via la campagna di adesione 2017, sabato 21 gennaio festa del tesseramento nelle sezioni di tutta Italia
Roma, 14 gennaio – Al via la campagna di adesione 2017 a CasaPound Italia. Sabato 21 gennaio porte aperte nelle oltre cento sezioni del movimento distribuite sul territorio nazionale per la rituale festa del tesseramento, ma già da oggi è possibile iscriversi a Cpi versando un contributo di 15 euro nella sede più vicina o semplicemente sottoscrivendo il modulo on line sul sito www.casapounditalia.org.“Difendere gli italiani non è reato” lo slogan della tessera di quest’anno, sulla quale è impressa un’immagine del grande corteo nazionale “Difendere l’Italia” che il 21 maggio 2016 ha visto sfilare diecimila persone davanti al Colosseo per l’Europa dei popoli e nel nome di Dominique Venner.
“Iscriversi a CasaPound – sottolinea il leader del movimento Gianluca Iannone – significa riappropriarsi della capacità di cambiare le cose, riprendersi il diritto a credere nella vittoria. Significa entrare a far parte della schiera degli italiani che non si arrendono: una schiera che sta diventando sempre più numerosa, come dimostra il raddoppio delle tessere nel 2016 e i 200mila ‘like’ appena raggiunti dalla pagina Facebook di Cpi. Ma iscriversi quest’anno – aggiunge Iannone - ha un senso ancora più profondo: significa non indietreggiare di fronte a chi ritiene che le bombe o gli arresti ingiustificati possano farci cambiare idea. Sfrattati, umiliati, assediati dall’immigrazione selvaggia: non lasceremo soli gli italiani e, con chi deciderà di sostenerci, anche quest’anno saremo in prima linea per difenderli".

Questo l'elenco dei luoghi dove si terrà la festa del tesseramento:
VALLE D’AOSTA
Aosta - sede Cpi - via dell'Archibugio 9 - dalle ore 18:00
PIEMONTE
Torino - sede Cpi - via Benvenuto Cellini 22A - dalle ore 21:00
Novara - sede Cpi - Corso della Vittoria 23D - ore 15:00-20:00
Cuneo - sede Cpi - Via Lorenzo Bertano 5 - dalle ore 17:00
Asti, Ivrea (TO) e Vercelli in definizione
TRENTINO ALTO ADIGE
Bolzano - sede Cpi - via Cesare Battisti 8 - ore 10:00-24:00
Trento - sede Cpi - via Marighetto 56 - dalle ore 17:00
Riva del Garda (TN) - Caffelac - viale S.Francesco 6 - dalle ore 20:30
FRIULI VENEZIA GIULIA
Udine - sede Cpi - Piazzale Cella 22 - dalle ore 19:00
Pordenone - sede Cpi - Piazzetta Nino Bixio 2 - dalle ore 21:00
Gorizia - sede Cpi - via Mazzini 3/A - dalle ore 18:00
VENETO
Padova - sede Cpi - via Cremona 1/B - ore 11:00-24:00
Verona - Bar Oblò - Corso Cavour 5 - dalle ore 17:00
Mareno di Piave (TV) - Bar Fior - via Conti Agosti 198 - ore 18:00-24:00
Portogruaro (VE) - sede Cpi - via Spalti 9B - ore 11:00-13:00 e 18:00-24:00
Creazzo (VI) - Bar Rosa Rossa - via Dante 5 - ore 18:00-23:00
Sarcedo (VI) - Bar Lanterna - via Bassano del Grappa 67 - ore 18:00-23:00
LOMBARDIA
Milano - sede Cpi - via Longarone 18/4 - dalle ore 19:00
Brescia - sede Cpi - via Costalunga 4B - dalle ore 17:00
Bergamo - sede Cpi - via Nazario Sauro 18/20 - dalle ore 18:00
Pavia - sede Cpi - via della Rocchetta 25 - dalle ore 19:00
Cremona - sede Cpi - via Geromini 30 - dalle ore 18:00
Varese - sede Cpi - viale Borri 17A - dalle ore 19:30
LIGURIA
Genova - info casapoundliguria@gmail.com 3932305645 3490961473
La Spezia - Bar Perla Nera - via Pascoli 28 - dalle ore 19:00
Imperia in definizione
EMILIA ROMAGNA
Parma - sede Cpi - via Toscana 58/1 - dalle ore 18:00
Bologna - Bar Harley - via Pasubio 110 - dalle ore 19:30
Ferrara - L'osteria - via Fondobanchetto 1 - dalle ore 18:00
Cesenatico (FC) - Jam Min Cafè - viale Trento 26 - dalle ore 16:00
TOSCANA
Arezzo - sede Cpi - via San Lorentino 51 - ore 18:00-21:00
Castiglion Fiorentino (AR) - sede Cpi - Corso Italia 62/A - dalle ore 21:00
Firenze - sede Cpi - via Felice Fontana 13/A - ore 15:30-23:00
Lucca - sede Cpi - via Michele Rosi 76 - ore 18:00-23:00
Montecarlo (LU) - sede Cpi - via Bruno Buozzi 2/A - ore 18:00-20:00
Pistoia - sede Cpi - via Fiorentina 49A - ore 16:00-19:00
Pescia (PT) - sede Cpi - via Libero Andreotti 9/11 - dalle ore 18:00
Prato - sede Cpi - via Calimara 16 - dalle ore 18:00
Massa - sede Cpi - Largo Matteotti 66 - dalle ore 19:00
Siena - sede Cpi - via Santa Caterina 54 - dalle ore 19:00
Pisa e Grosseto in definizione
MARCHE
Ascoli - sede Cpi - via Niccolò IV 30 - dalle ore 22:00
Fermo - sede Cpi - via Paccato 18 - dalle ore 18:00
Pesaro - sede Cpi - via Mancini 155 - dalle ore 17:30
Ancona - Bar Gastronomia Scirocco - via 25 Aprile 5 - dalle ore 18:00
San Benedetto Del Tronto (AP) - Ristorante Il Rustichello - via Montagna dei Fiori 36 - dalle ore 21:00
UMBRIA
Terni - sede Cpi - via F.Cesi 22 - ore 17:00-23:00
Perugia - sede Cpi - via Lorenzini 22A - ore 17:00-22:00
Foligno (PG) - sede Cpi - via Palestro 11- dalle ore 21:00
Todi (PG) - sede Cpi - via San Salvatore 32 - ore 18:00-23:00
Città di Castello (PG) - Bar Ribox - via 11 settembre 45- ore 16:00-20:00
LAZIO
Roma Centro - Cutty Sark - via Carlo Botta 5 - dalle ore 21:00
Roma Nord - sede Cpi - via dei Due Ponti 196/B - dalle ore 19:00
Roma Est - Circolo Futurista - via degli orti di Malabarba - dalle ore 19:00
Roma Ovest - sede Cpi - via Madonna del Riposo 62 - dalle ore 19:00
Roma Sud-Ovest - sede Cpi - via Lari 23-25 - dalle ore 18:00
Roma Sud - via Assisi 140 - dalle ore 18:00
Cesano (RM) - sede Cpi - via della stazione di Cesano 408 - dalle ore 19:00
Ostia (RM) - Idrovolante Pub - via Pucci Boncambi 63 - dalle ore 21:00
Acilia (RM) - sede Cpi - Via Carlo Marocchetti 3 - dalle ore 18:00
Pomezia (RM) - sede Cpi - viale Dante Alighieri 68 - dalle ore 18:00
Tivoli (RM) - sede Cpi - via San Valerio 45 - dalle ore 20:00
Grottaferrata (RM) - sede Cpi - via Cesare Battisti 8B - dalle ore 17:00
Velletri (RM) - sede Cpi - via Camillo Meda 13 - dalle ore 18:00
Cave (RM) - sede Cpi - viale Pio XII 35 - dalle ore 18:00
Anzio (RM) - sede Cpi - via Baccarini 10 - dalle ore 19:00
Rieti - sede Cpi - via Garibaldi 250 - dalle ore 20:00
Latina - sede Cpi - viale XVIII dicembre 33 - dalle ore 18:00
Gaeta - sede Cpi - via Lungomare Caboto 74 - dalle ore 17:00
Frosinone - sede Cpi - via Angeloni 64 - ore 18:00-1:00
Anagni (FR) - Birreria O'Vesuvio - via Vittorio Emanuele 84 - ore 16:00-20:00 
Ceprano (FR) - sede Cpi - via Alfieri 67 - ore 9:00-13:00
Viterbo - sede Cpi - Piazza Sallupara 12 - dalle ore 18:00
ABRUZZO
L’Aquila - sede Cpi - viale Croce Rossa 75 - dalle ore 16:00
Avezzano (AQ) - via Marconi 58 - dalle ore 18:00
Sulmona (AQ) - Corso Ovidio 208 - dalle ore 18:00
Pescara - sede Cpi - via Umbria 10 - dalle ore 18.00
Chieti - sede Cpi - via F. Galiani 2/B – dalle ore 18:00
Lanciano (CH) - sede Cpi - via Ferro di cavallo 13 - dalle ore 18:00
Vasto (CH) - sede Cpi - via Volturno 7 - dalle ore 18:30
Sant’Egidio alla Vibrata - sede Cpi - Corso Adriatico 17/19 - dalle ore 18:00
MOLISE
Isernia - sede Cpi - via Berta 106 - dalle ore 18.00
CAMPANIA
Napoli - Opicia Pub - via Foria 171 - dalle ore 21:30
Torre del Greco (NA) - sede Cpi - via Nazionale 367 - dalle ore 19:00
Sant'Agnello (NA) - sede Cpi - Corso Italia 220 - dalle ore 18:00
Brusciano (NA) - sede Cpi - via Semmola 104 - dalle ore 19:00
Avellino - sede Cpi - via SS. Trinità 94 - dalle ore 18:00
BASILICATA
casapoundbasilicata@yahoo.it - 3772891317
PUGLIA
Lecce - sede Cpi - via Monteroni 87 - dalle ore 19:00
Bari - sede Cpi - via Eritrea 29 - dalle ore 21:00
Foggia - sede Cpi - via Pestalozzi 29 - dalle ore 21:00
CALABRIA
Reggio Calabria - La Liburna - Via Pio XI 102 - dalle ore 19
Lamezia Terme (CZ) - sede Cpi - Via Ubaldo de Medici 16 - dalle ore 19
SICILIA
Palermo - sede Cpi - via Juvara 13 - dalle ore 19:00
Siracusa in definizione
SARDEGNA
Sassari - sede Cpi - via Mores 6 - dalle ore 17:00
Carbonia - Caffè del Portico - Piazza Roma snc - dalle ore 18:00
Cagliari in definizione

L'immagine può contenere: 1 persona, occhiali_da_sole e sMS

giovedì 5 gennaio 2017

Reggio Calabria, CasaPound distribuisce doni a bambini reparto di chirurgia pediatrica

Reggio Calabria, CasaPound distribuisce doni a bambini reparto di chirurgia pediatrica 

Reggio Calabria, 05 gen – La sezione reggina di CasaPound Italia ha donato decine di giocattoli ai bambini ricoverati nel reparto di Chirurgia Pediatrica e Neonatale del Policlinico di Reggio Calabria.

“L’iniziativa – spiega il responsabile, Federico Romeo - ha permesso ai tanti bambini ricoverati di trascorrere un’Epifania serena e gioiosa. Abbiamo voluto organizzare questa raccolta per regalare qualche attimo di gioia e spensieratezza ai bambini meno fortunati. I loro sorrisi e la loro accoglienza sono stati la ricompensa più bella che potessimo ricevere”.

“Colgo l’occasione - prosegue Romeo – per ringraziare i tanti reggini che con le loro donazioni hanno contribuito alla buona riuscita dell’iniziativa nonché il Mega Toys ci ha dato la possibilità di effettuare la raccolta. Inoltre, ringraziamo per la disponibilità e la gentilezza il Primario del reparto, Dott. Mariano Barbalace, e tutto il personale ospedaliero che svolge sempre un ottimo lavoro”.

“Il nostro auspicio – continua – è quello di riuscire a donare un sorriso ai bimbi che quest'anno non hanno potranno trascorrere l'Epifania nelle proprie case. Abbiamo voluto inaugurare così il 2017, con la prima di una serie di iniziative che ci vedrà schierati al fianco di chi è meno fortunato, obiettivo che CasaPound Italia – conclude Romeo - porta avanti da sempre”.


Acca Larenzia: CasaPound, striscioni per i martiri e il 7 gennaio marcia silenziosa contro l’odio antifascista

Acca Larenzia: CasaPound, striscioni per i martiri e il 7 gennaio marcia silenziosa contro l’odio antifascista

Roma, 5 gennaio - “7 gennaio: onore ai martiri di Acca Larenzia”. Questo lo striscione a firma CasaPound Italia affisso in oltre cento città italiane per ricordare Franco Bigonzetti, Francesco Ciavatta, Stefano Recchioni e tutte le vittime dell’odio antifascista in vista del 39esimo anniversario della strage avvenuta a Roma il 7 gennaio 1978.
“A pochi giorni dalla bomba esplosa davanti alla libreria ‘Il Bargello’ - sottolinea Cpi in una nota - vogliamo ricordare quante vittime ha già fatto l’odio politico e invitare istituzioni e partiti a opporsi con determinazione all’ottusità di chi ancora ritiene che uccidere un fascista non sia reato o che la libertà di espressione si possa soffocare nel sangue. Per questo invitiamo tutti coloro che intendono ribellarsi alla logica aberrante che ha armato la mano dei bombaroli antifascisti di Firenze a partecipare, sabato 7 gennaio a Roma, alla commemorazione dei martiri di Acca Larenzia, unendosi alla marcia silenziosa che partirà alle 17 dalla sede di CasaPound in via Napoleone III”.

domenica 1 gennaio 2017

Firenze, CasaPound: terzo attentato in un anno alla libreria il Bargello

Roma, 1 gennaio - “Massima solidarietà all’artificiere rimasto gravemente ferito nell’esplosione dell’ennesimo ordigno piazzato davanti alla sede della libreria Il Bargello di Firenze, la cui unica ‘colpa’ è quella di fare riferimento a CasaPound”. Lo sottolinea in una nota il leader di Cpi Gianluca Iannone, commentando quanto avvenuto alle 5.30 in via Leonardo da Vinci, nel centro storico del capoluogo toscano, dove un pacco bomba con tanto di timer che era stato notato dalla polizia davanti alla saracinesca della libreria non conforme è esploso nel corso del disinnesco causando gravi ferite a un agente, che ora rischia di perdere l’uso dell’occhio destro.
"Si tratta del terzo attentato messo a segno nell’ultimo anno contro il Bargello - sottolinea Iannone - Un attentato con una chiara matrice politica, come hanno sottolineato gli investigatori, che dovrebbe farci riflettere su da che parte stanno la ragione e la giustizia, la voglia di fare politica a viso aperto e di mettersi in gioco in modo franco e trasparente e da che parte c’è invece l’ottusità e la cecità di chi non riuscendo più a esprimere idee è costretto a ricorrere ad aggressioni, assalti alle sedi e pacchi bomba”.

“Nel ringraziare chi è intervenuto per sventare l’attentato anche a patto di un grande sacrificio personale - conclude Iannone - auspichiamo un deciso intervento dello Stato, chiamato a garantire il diritto di tutti a fare politica e cultura senza dover fare i conti con le bombe di chi questo diritto vorrebbe negare”.

mercoledì 21 dicembre 2016

Bolzano, consigliere di CasaPound blocca clandestino in fuga

Bolzano, consigliere di CasaPound blocca clandestino in fuga

Bolzano, 21 dicembre - È successo questa mattina nella centralissima Piazza delle Erbe; mentre un consigliere di circoscrizione di CasaPound era intento a svolgere alcune pratiche, notava un vigile che rincorreva un immigrato che si faceva largo per i portici spintonando violentemente i passanti, tra le grida 'fermatelo!'.
"Di istinto mi sono messo a rincorrerlo - afferma Michael Sini, consigliere di Cpi della circoscrizione Don Bosco - Arrivati all'altezza del baracchino dei würstel, dopo l'inseguimento, sono riuscito a placcare l'irregolare.
Mentre l'immigrato cadeva a terra, travolgeva un anziano il quale presentava dei tagli alla testa all'altezza della tempia".
Il fuggitivo di nazionalità nigeriana, dopo essere stato braccato dal rappresentante di CasaPound, inscenava un presunto svenimento rimanendo steso a terra, mentre sul posto sono giunte due ambulanze.
"Ancora una volta non capiamo la fretta mediatica di alcune testate giornalistiche, di scrivere inesattezze o falsità - interviene il coordinatore regionale di CasaPound Andrea Bonazza - Il nostro consigliere si è comportato in modo esemplare, facendo il suo dovere bloccando un immigrato clandestino con decreto di espulsione dal territorio italiano e, nella sua corsa, pericoloso per gli avventori del centro storico. Ci aspettiamo le dovute rettifiche dagli organi di stampa e da chi non aspetta altro che ottenere visibilità mediante pseudo e noiosi allarmismi antirazzisti" conclude la nota.

sabato 17 dicembre 2016

Roma: CasaPound manifesta in Campidoglio, Raggi si dimetta

Roma: CasaPound manifesta in Campidoglio, Raggi si dimetta

Roma, 16 dicembre - Una cinquantina di militanti di CasaPound Italia sta manifestando in Campidoglio per chiedere le immediate dimissioni di Virginia Raggi, dopo l'arresto per corruzione, questa mattina, del suo braccio destro Raffaele Marra.
Sventolando tricolori e bandiere con la tartaruga frecciata, i militanti espongono uno striscione con su scritto "Raggi 'sindaca' degli sfratti agli italiani", con riferimento alle due famiglie di via del Colosseo sgomberate e lasciate in mezzo a una strada alcuni mesi fa dal Comune a Cinque Stelle e ai diversi altri sfratti comunicati dall'amministrazione capitolina.
"Raggi ha fallito su tutti i fronti - sottolinea CasaPound - La giunta continua a perdere pezzi, e ora arrivano anche gli arresti per corruzione. Altro che onestà, trasparenza e pulizia a Cinque stelle. Di fronte a una simile debacle alla Raggi non resta che dimettersi".

martedì 13 dicembre 2016

Terni, CasaPound regala giocattoli ai bimbi delle zone colpite dal sisma

Terni, CasaPound regala giocattoli ai bimbi delle zone colpite dal sisma

Terni, 13 dicembre - Rinnovata la consueta abitudine della solidarietà nazionale. Come ogni anno, anche per il 2016 il Movimento Politico CasaPound Italia rinnova la tradizione dei regali di Natale, questa volta però oltre a pensare ai bambini dell'Ospedale S.Maria di Terni si cercherà di raccogliere più donazioni al fine di regalare un sorriso ai bimbi che hanno visto distrutta la propria abitazione nel terremoto del Centro Italia. 
"Regaleremo un sorriso a chi quest'anno avrà altro da pensare, a quei bimbi che magari passeranno le festività in tenda già dimenticati da un governo di pagliacci. Noi, al contrario, così come ci siamo mossi subito dopo poche ore dal sisma, ci muoviamo concretamente anche questa volta". Ad affermarlo in una nota è Piergiorgio Bonomi, responsabile cittadino del movimento, che aggiunge: "Ovviamente l'opera di solidarietà nazionale non si fermerà a Natale ma come è nostra abitudine continueremo l’opera di raccolta di beni per i terremotati e proseguiremo a prestare aiuto nelle zone colpite dal sisma. Sono sicuro che la solidarietà dei ternani, sempre generosi in questi momenti delicati, non ci deluderà. Per chi vorrà portarci i giocattoli ricordiamo che dovranno essere nuovi e sarà possibile lasciarli presso la sede del movimento in Via Federico Cesi n.22 nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle 18,30 alle 20.00, oppure tutti i giorni presso il negozio 'Pagliaricci Foto' in Via Mentana n.1, sempre a Terni". 



domenica 11 dicembre 2016

Lucca, CasaPound scende in capo per le comunali del 2017

Fabio Barsanti si candida a sindaco. CasaPound scende in campo da sola per le comunali del 2017

Lucca, 10 dicembre - CasaPound Italia correrà da sola alle prossime elezioni comunali di Lucca: il candidato sindaco sarà Fabio Barsanti, 35 anni e da 20 impegnato nella "politica intesa come volontariato". Il movimento ha annunciato la sua candidatura in una conferenza stampa tenuta oggi in mezzo alla gente, in centro storico, nella cornice di Piazza dei Mercanti. "Oggi è una data molto importante per noi - ha dichiarato Barsanti - forti del lavoro svolto quotidianamente sul territorio raccogliamo le istanze dei lucchesi per cercare di portarle in consiglio comunale. Sociale, identità e sicurezza sono le nostre parole d'ordine". 

"Si tratta di temi che portiamo avanti ormai da anni con innumerevoli iniziative autofinanziate - continua il neocandidato sindaco - come la raccolta alimentare con la quale aiutiamo decine di famiglie lucchesi in difficoltà. Parliamo di cittadini italiani dimenticati dalle istituzioni e da un sistema che pare dirottare i fondi solo verso il business dell'accoglienza degli immigrati. Contestiamo nettamente le politiche del governo e della giunta lucchese, che stanno accettando e anzi promuovendo un'invasione fuori controllo di persone che non hanno alcuna prospettiva in un paese in crisi come il nostro, se non quella di alimentare la macchina delle cooperative che lucrano sulla loro gestione. Si tratta di un vero e proprio tradimento verso gli italiani, ormai stranieri in casa propria."
"Sul fronte della difesa della nostra identità cittadina - spiega ancora Barsanti - propongo un sindaco che si opponga alla scomparsa di settori importanti per Lucca a favore della città vicine. Mi riferisco per esempio alla perdita del trasporto pubblico, alla svendita di Gesam e ad un servilismo sempre più imbarazzante nei confronti del potere PD in Toscana. Lucca deve ritrovare la propria identità, e potrà farlo soltanto se la politica cittadina è animata da lucchesi, che conoscono il territorio e lo vivono, senza alcun interesse personale ma mossi soltanto dall'amore per la propria città e la giustizia sociale." 

"Dopo anni di opposizione molto debole alle politiche della giunta Tambellini - prosegue Fabio Barsanti - di mancanza di idee, di proposte e di figure politiche di rilievo 'a destra', la nostra lista sarà la vera novità politica per le amministrative del 2017. Stiamo lavorando alla preparazione di un programma che vorrà essere realmente condiviso dal basso, attraverso la nostra costante presenza al fianco dei lucchesi. La sinistra affaristica e serva del PD potrà essere battuta solo da una lista realmente politica, con una visione chiara della città, che porti linfa fresca nel dibattito cittadino; non con beghe di partito, slogan privi di sostanza e candidati imposti dall'alto. Adesso tocca a noi, e dimostreremo che CasaPound potrà essere una risposta a tutti coloro che non si sentono più rappresentati."

mercoledì 7 dicembre 2016

San Basilio, Di Stefano (CasaPound): Raggi incontra famiglia marocchina? È come la Boldrini

San Basilio, Di Stefano (CasaPound): Raggi incontra famiglia marocchina? È come la Boldrini
Roma, 7 dicembre - “È ignobile che Virginia Raggi porti la sua solidarietà piagnucolosa ad una famiglia di stranieri, mentre quando sono gli stranieri e i rom ad occupare le case degli italiani nessuno piange e tutti girano la testa dall'altra parte, a partire dall'inquilina del Campidoglio”. Lo afferma il vicepresidente di CasaPound Italia, Simone Di Stefano in merito ai fatti di San Basilio. “La Raggi – spiega il dirigente di Cpi – si è detta disponibile a incontrare la famiglia marocchina che doveva ricevere una casa popolare nella borgata romana. Strano, perché dal Campidoglio mai un incontro è stato concesso a Emmanuel Mariani, sotto sfratto con la figlia invalida al 100 per cento, o alle famiglie sgomberate da via del Colosseo, che per giorni hanno chiesto un faccia a faccia senza che nessun esponente dell’amministrazione a 5 Stelle si degnasse di riceverle”. Per Di Stefano “è ormai evidente che la Raggi ha l'obbiettivo di superare Laura Boldrini nella classifica del politico più anti-italiano e politicamente corretto del Paese. CasaPound non può che ribadire la sua critica più radicale all'operato della giunta e una solidarietà incondizionata a quegli italiani che non si arrendono nei quartieri”.